Giustizia e Pace al tempo delle Crisi – Forum Nazionale per la Pace – 8/10 giugno 2012 – Roma

Comunicati Agenzie


Di seguito alcuni comunicati diffusi dalle agenzie giornalistiche (Adnkronos, Ansa, Dire, ItalPress):

(LZ) PACE. ROMA, DOMANI A PORTA FUTURO VANDANA SHIVA E ZINGARETTI
FINO A DOMENICA IL FORUM INTERNAZIONALE PROMOSSO DA PROVINCIA.

(DIRE) Roma, 8 giu. – Si svolgera’ fino a domenica a Roma, a

Porta Futuro, nel cuore di Testaccio, il Forum nazionale per la
pace ‘Proposte di pace: giustizia e pace al tempo delle crisi’,
un ambizioso progetto che prevede dibattiti e iniziative con il
coinvolgimento di oltre 120 organizzazioni nazionali e ospiti
internazionali, operanti nei settori della pace, della giustizia
e della solidarieta’.
Protagonista della giornata di domani, Vandana Shiva che alle
17.30 incontra Carina Solmirano (Sipri) e il presidente della
Provincia di Roma, Nicola Zingaretti. Il Forum, promosso dalla
Provincia di Roma insieme alla Rete italiana disarmo, a
‘Sbilanciamoci’, alla ‘Tavola della pace’ e al ‘Tavolo interventi
civili di pace’ al comitato cittadino per la cooperazione
decentrata di Roma e al Forum per la pace i diritti umani e la
solidarieta’ internazionale della Provincia di Roma,  vuole
essere uno spazio di “confronto aperto” in cui momenti di lavoro
e confronto riservato agli iscritti, si alterneranno a momenti
pubblici che avranno luogo non solo presso la moderna struttura
provinciale di Porta Futuro a Testaccio.(SEGUE)

(Com/Rel/ Dire)
16:53 08-06-12

 ————————

ROMA: NEL WEEKEND SI SVOLGE FORUM NAZIONALE PER LA PACE =

      Roma, 8 giu. -(Adnkronos) – A Porta futuro, nel cuore di
Testaccio, si svolgera’, fino a domenica, il Forum nazionale per la
Pace ‘Proposte di pace: giustizia e pace al tempo delle crisi’, un
ambizioso progetto che prevede dibattiti e iniziative con il
coinvolgimento di oltre 120 organizzazioni nazionali e ospiti
internazionali, operanti nei settori della pace, della giustizia e
della solidarieta’.

      Protagonista della giornata di domani Vandana Shiva che alle ore
17 incontrera’ Carina Solmirano, del Sipri, e il presidente della
Provincia di Roma, Nicola Zingaretti. Il Forum, promosso dalla
Provincia di Roma insieme alla Rete italiana disarmo, a Sbilanciamoci,
alla Tavola della pace e al Tavolo interventi civili di pace, al
Comitato cittadino per la cooperazione decentrata di Roma e al Forum
per la pace, i diritti umani e la solidarieta’ internazionale della
Provincia di Roma, vuole essere uno spazio di confronto aperto in cui
momenti di lavoro e confronto riservato agli iscritti, si alterneranno
a momenti pubblici che avranno luogo non solo presso la moderna
struttura provinciale di Porta Futuro a Testaccio.

      “E’ fondamentale – ha spiegato il presidente Zingaretti – in
questo momento dare spazio a occasioni di confronto e condivisione per
cercare di individuare un percorso comune ed efficace, grazie al
contributo di tutti gli operatori che si impegnano per la pace e la
giustizia. Credo che sia decisivo, per questo obiettivo, che le
Istituzioni facciano la loro parte: ed e’ per questo che raccogliamo
la sfida sostenendo il lavoro che questi ragazzi stanno portando
avanti con passione, coraggio e scopi etici”.(segue)

      (Les/Col/Adnkronos)
08-GIU-12 18:06

——————————

DOMANI VANDANA SHIVA E ZINGARETTI A FORUM NAZIONALE PER PACE

   (ANSA) – ROMA, 8 GIU – Si svolgera’ fino al 10 giugno a Porta
Futuro, nel cuore di testaccio, il Forum Nazionale per la Pace
”Proposte di Pace: giustizia e pace al tempo delle crisi”, che
prevede dibattiti e iniziative con il coinvolgimento di oltre
120 organizzazioni nazionali e ospiti internazionali, operanti
nei settori della pace, della giustizia e della solidarieta’.
Protagonista della giornata di domani Vandana Shiva che alle
17:30 incontra Carina Solmirano (Sipri) e il Presidente della
Provincia di Roma, Nicola Zingaretti.
Il Forum, promosso dalla Provincia di Roma insieme alla Rete
Italiana Disarmo, a Sbilanciamoci, alla Tavola della pace e al
Tavolo Interventi Civili di Pace al Comitato Cittadino per la
Cooperazione Decentrata di Roma e al Forum per la Pace i Diritti
Umani e la Solidarieta’ internazionale della Provincia di Roma,
vuole essere uno spazio di ”confronto aperto” in cui momenti
di lavoro e confronto riservato agli iscritti, si alterneranno a
momenti pubblici che si svolgeranno non solo nella moderna
struttura provinciale di Porta Futuro a Testaccio.
”E’ fondamentale – spiega il presidente Zingaretti – in
questo momento dare spazio a occasioni di confronto e
condivisione per cercare di individuare un percorso comune ed
efficace, grazie al contributo di tutti gli operatori che si
impegnano per la pace e la giustizia. Credo che sia decisivo,
per questo obiettivo, che le Istituzioni facciano la loro parte:
ed e’ per questo che raccogliamo la sfida sostenendo il lavoro
che questi ragazzi stanno portando avanti con passione, coraggio
e scopi etici”.
Sempre domani, alle 15:30 sara’ presentato alla stampa il
‘Sipri Yearbook 2012′ (l’importante Rapporto pubblicato il 4
giugno) che verra’ discusso con i direttori dei principali
Istituti di ricerca italiani in materia di spese militari e
commercio di armamenti. A coronare la tre giorni, tante
iniziative collaterali aperte a tutti: la premiazione del Premio
Tom Benetollo, proposta dalla Provincia di Roma e alcune
performance artistiche sui temi della pace.(ANSA).

     COM-DE
08-GIU-12 19:03

——————————

ARMI: ASSOCIAZIONI DISARMO, SERVE TRASPARENZA SULLE SPESE MILITARI =
RAPPORTO SIPRI, NEL 2011 SPESA MILITARE ITALIANA E’ STATA DI
34,5 MILIARDI DI DOLLARI

      Roma, 9 giu. (Adnkronos) – Le associazioni per il disarmo
chiedono trasparenza sulle spese militari italiane. Infatti nonostante
la crisi, la spesa militare dell’Italia nel 2011, stimata dal Sipri
(Istituto Internazionale di Ricerche sulla Pace di Stoccolma) e’ di
circa 34.5 miliardi di dollari. Nel rapporto, presentato oggi a Roma
durante il Forum nazionale per la pace, si sottolinea che “la spesa
militare dell’Italia e’ meno che trasparente, nel senso che e’
distribuita tra i budget di diverse amministrazioni statali. Le spese
per le missioni militari all’estero sono approvate dal Parlamento
italiano in un bilancio separato da quello del ministero della Difesa.
Oltre un miliardo di euro di forniture militari addizionali e per
ricerca e sviluppo sono ogni anno finanziate dal ministero dello
Sviluppo Economico. Come per la Grecia – rileva il Sipri – le cifre
della Nato riguardo all’Italia per il 2011 non erano disponibili al
momento della stesura del rapporto”.

      I centri di ricerca italiani invitano a riflettere sul tema del
disarmo. “Non e’ un ‘no’ alle armi radicale, ma una richiesta, la
nostra – dice all’Adnkronos Giorgio Beretta analista di ‘Rete Disarmo’
e coordinatore dell’incontro – di un controllo su dove e a chi vanno a
finire le armi. E’ necessaria – aggiunge Beretta – una normativa
europea che regoli l’industria degli armamenti. Voglio insistere poi –
precisa Beretta – sul tema della corruzione legata al commercio di
armi che ammonta a circa il 40% della corruzione totale nelle
transizioni globali. Massimo Paolicelli di ‘Sbilanciamoci!’ aggiunge:
” il rapporto Sipri sostiene quello che noi denunciamo da tempo, cioe’
che il bilancio della spesa militare e’ poco noto e reso opaco dalle
istituzioni. Quindi sta a noi richiedere e ottenere maggior
trasparenza per poi ridurre la spesa militare, che non e’ in linea con
l’articolo 11 della Costituzione”.

      “Nel 2011 – spiega Carlo Tombola, direttore scientifico di Opal
(Osservatorio Permanente sulle Armi Leggere) – sono state esportate
dalle ditte della provincia di Brescia armi e munizioni per un valore
complessivo di 6,8 milioni di euro ai paesi del Nord Africa e oltre 11
milioni di euro nei paesi del Medio Oriente”.

      (Lmr/Ct/Adnkronos)
09-GIU-12 17:55

———————

VANDANA SHIVA,ECONOMIA MERCATO CI METTE CONTRO UNI CON ALTRI
AMBIENTALISTA INDIANA A ROMA IN INCONTRO PROMOSSO DA PROVINCIA
(ANSA) – ROMA, 9 GIU – ”L’economia di mercato consumista non
fa altro che metterci gli uni contro gli altri in una serie di
crisi collegate tra loro”. E’uno dei passaggi piu’ rilevanti
dell’ intervento dell’ attivista e ambientalista indiana Vandana
Shiva, ospite d’ eccezione di un dibattito del Forum Nazionale
per la Pace, promosso a Roma dall’ Amministrazione Provinciale.
Vandana Shiva, vincitrice nel 1993 del Right Livelihood Award,
ha detto tra l’ altro che ”il primo passo per costruire la pace
e’ farlo nella nostra mente, troppo colma di paradigmi di guerra
con cui abdichiamo al mondo e cerchiamo di difenderci da
questo”.
L’ incontro era inserito in un programma di dibattiti che tra
oggi e domani prevede il coinvolgimento di oltre 120
organizzazioni nazionali e ospiti internazionali che operano per
la pace, la giustizia e la solidarieta’ ed e’ promosso anche
dalla Rete Italiana Disarmo, dalla campagna ‘Sbilanciamoci’,
dalla Tavola della Pace, dal Tavolo Interventi Civili di Pace al
Comitato Cittadino per la Cooperazione Decentrata di Roma, dal
Forum per la Pace e i Diritti Umani e la solidarieta’
internazionale della Provincia di Roma.
Il presidente della Provincia Nicola Zingaretti ha
evidenziato che quello di oggi ”e’ un atto utile per porre un
argine al rischio che, dopo l’esplosione della crisi
finanziaria, economica, lavorativa e sociale, si precipiti anche
in una crisi civile in cui si radica l’egoismo. Abbiamo dato una
mano perche’ non si puo’ avere una continua percezione di
impotenza di fronte ai conflitti. La questione e’ quella della
prevenzione nella costruzione della cultura della pace e saremmo
contenti se questo forum si rendesse permanente”.
(ANSA).

     Y1J/ML
09-GIU-12 21:23

———————-

DIFESA: ZINGARETTI,ACQUISTO F35 SCELTA NON CONDIVISIBILE

    (ANSA) – ROMA, 9 GIU – Secondo quanto riportato in un dossier

della campagna ‘Sbilanciamoci!’ la spesa da parte dello Stato
italiano per l’acquisto di 131 caccia F-35 si aggirerebbe
intorno ai 15 miliardi di euro. Per il presidente della
Provincia di Roma Nicola Zingaretti, interpellato oggi a margine
del Forum Nazionale per la Pace a Porta Futuro a Testaccio ”e’
una scelta non condivisibile”.
Rispondendo a chi gli ricordava quanto recita la Costituzione
italiana secondo la quale il nostro e’ un Paese che ripudia la
guerra, Zingaretti ha aggiunto: ”Non penso che il nostro sia un
Paese guerrafondaio, ma poi ci sono scelte che hanno poco senso.
Bisogna adoperarsi per politiche che rendano inutili questo tipo
di spese”.(ANSA).

     Y1J-DE/ML
09-GIU-12 19:49

————————–

DIFESA: ZINGARETTI “SPESA PER F35 NON CONDIVISIBILE”
ROMA (ITALPRESS) – La spesa per l’acquisto degli aerei da guerra F
35 che, come riportato da un dossier della compagna Sbilanciamoci
dovrebbe aggirarsi intorno a 15 miliardi di euro, “non e’
condivisibile”. Cosi’ il presidente della Provincia di Roma,
Nicola Zingaretti, a margine della seconda giornata del Forum
nazionale per la pace a Porta Futuro a Testaccio, ha risposto a
chi gli chiedeva un commento sull’investimento previsto
dall’Italia.
“Non penso che l’Italia abbia una vocazione guerrafondaia – ha
aggiunto – ma poi ci sono delle scelte che hanno poco senso.
Bisogna adoperarsi per politiche che rendano inutili queste
spese”.
(ITALPRESS).
scc/vbo/r
09-Giu-12 19:53

———————————

ROMA: PROVINCIA. FORUM PACE, ZINGARETTI E SHIVA A PORTA FUTURO
ROMA (ITALPRESS) – Pace, giustizia e solidarieta’ in una tre
giorni di dibattiti e iniziative promosse dalla Provincia di Roma.
Il Forum nazionale per la pace ‘Proposte di pace: giustizia e pace
al tempo delle crisi’ giunge oggi al suo secondo appuntamento in
una giornata che vede protagonista l’attivista politica indiana
Vandana Shiva, da sempre impegnata nell’affermazione della
giustizia sociale. Ad incontrarla il presidente della Provincia di
Roma, Nicola Zingaretti e Carina Solmirano del Sipri.
“Bisogna tornare a individuare come centrali queste tematiche – ha
detto Zingaretti – Oggi e’ un atto utile per porre un argine al
rischio che, dopo l’esplosione della crisi finanziaria, economica,
lavorativa e sociale, si precipiti anche in crisi civili in cui si
radica l’egoismo individuale e collettivo. Abbiamo dato una mano
perche’ non si puo’ avere una continua percezione di impotenza di
fronte ai conflitti. La questione e’ quella della prevenzione
nella costruzione della cultura della pace, della democrazia, dei
valori e degli obiettivi e chiamare a raccolta il mondo
dell’associazionismo – ha aggiunto – e’ una richiesta di aiuto.
Saremmo contenti se questo Forum si rendesse permanente”. “Il
primo passo per costruire la pace e’ la nostra mente inzeppata da
paradigmi di guerra con cui abdichiamo al mondo e cerchiamo di
difenderci dal mondo – e’ poi intervenuta Shiva – L’economia di
mercato consumista non fa altro che metterci gli uni contro gli
altri in una serie di crisi collegate tra loro”.
(ITALPRESS) – (SEGUE).
scc/vbo/r
09-Giu-12 20:10

—————————

ROMA: PROVINCIA. FORUM PACE, ZINGARETTI E SHIVA A PORTA FUTURO-2-

Il Forum, che si chiudera’ domani mattina, ha coinvolto oltre 120
organizzazioni nazionali e ospiti internazionali operanti nei
settori di pace giustizia e solidarieta’ in incontri e assemblee.
Per creare un confronto aperto in un’alternanza tra momenti di
lavoro e dibattito riservato agli iscritti e momenti pubblici
nello spazio di Testaccio. Aperte a tutti anche le iniziative
collaterali: dalla premiazione Tom Benetollo proposta dalla
Provincia di Roma, alle performance artistiche sui temi della
pace, alla presentazione di progetti con Vandana Shiva al
villaggio della pace allestito per l’occasione a Porta Futuro. A
collaborare con la Provincia nella realizzazione dell’iniziativa
Rete italiana Disarmo, Sbilanciamoci, Tavola della Pace, Tavolo
interventi civili di Pace, Comitato cittadino per la cooperazione
decentrata di Roma, Forum per la pace, i diritti umani e la
solidarieta’ internazionale della Provincia di Roma. La leader
pacifista Shiva partecipera’, inoltre, nella serata alla
presentazione dei progetti ‘Fibres of freedom’ alla Casetta Rossa
e Navdanya, per proteggere integrita’ semi autoctoni in via di
estinzione dalle invadenze industriali, che si concluderanno in un
dibattito coordinato dal consigliere provinciale Gianluca Peciola.
“Un progetto fondato sulla necessita’ di lavorare sulla produzione
diretta dei semi – ha spiegato Peciola – sottraendola
all’invasivita’ predatoria delle multinazionali”.
(ITALPRESS).
scc/vbo/r
09-Giu-12 20:10

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: